Cerchiamo di puntare sulla semplicità per correggere alcuni errori che spesso vengono commessi ma che se corretti potrebbero cambiare in positivo le sorti delle vostre campagne di email marketing. Vediamo 5 tecniche di base da applicare per l’email marketing di quest’anno!

Utilizzate le email personalizzate
Torniamo su questo punto, già segnalato nei precedenti articoli, per ricordare che un’email personalizzata è decisamente più efficace di una generica. La personalizzazione dovrebbe essere lo standard, ma spesso purtroppo non lo è. Inserendo il nome del destinatario nell’email, come ad esempio “Caro Marco”, è sicuramente positivo, ma non è più sufficiente. E’ necessario fare un ulteriore passo, andando più in profondità per personalizzare ulteriormente il vostro messaggio inviando offerte personalizzate in base ai dati di vendita ed alle abitudini dei vostri utenti, che dovrete conoscere bene, almeno di quelli più attivi.
Non dimenticatevi dei contenuti
Spesso, troppo spesso, le email inviate sono solamente a sfondo commerciale. Certo, sono importanti, ma non dimenticatevi dei contenuti. Alternare email con offerte e promozioni a newsletter dove il contenuto è il principale attore è una buona strategia. Raccogliere i migliori post del vostro blog e dei vostri social media da inviare in una newsletter informativa potrebbe aiutare ad avvicinare l’utente alla vostra azienda, andando ad aumentare il livello di fiducia. Programmatele senza esagerare e legandole alla stagionalità (vedi il calendario dell’email marketing)
Attenzione all’oggetto
Molte ricerche di email marketing dimostrano che le email con oggetto tra 60 a 70 caratteri di lunghezza hanno uno scarso rendimento in termini di aperture. Se si vuole migliorare i tassi di apertura meglio utilizzare meno caratteri, sicuramente inferiori a 50. Dall’altra parte si può optare per la strategia opposta, ovvero con oggetto superiore ai 70 caratteri.
Ecco due esempi:
“Occasione: Stivali invernali di grandi marchi fin super offerta ora” – (67 caratteri spazi inclusi) = non è l’ideale
“Nuova collezione stivali da grandi marchi: Columbia, Sorel, Dickies, Nike, Adidas, Calvin Klein, e altri” – più di 101 caratteri, può aumentare clic grazie ai brand ed ai prodotti all’interno dell’oggetto.
“Stai al caldo questo inverno con nuovi stivali moda” – solo 51 caratteri, può aumentare il tasso di apertura
Aggiungete valore alle vostre email
Aumentate il valore delle vostre email inserendo offerte speciali, buoni sconto e promozioni da non perdere. Offrite ai vostri clienti un vero valore in modo che non possano rifiutare di acquistare. Inserite un senso d’urgenza per stimolare ulteriormente l’acquisto. Sembra un aspetto basilare, ma molte email non contengono un vero motivo per convincere l’utente ad acquistare.
Non confondete i destinatari con troppi link
Utilizzate un layout chiaro e semplice, non troppo complesso. Eviterete in questo modo di confondere i vostri utenti con troppi link, rischiando di aumentare ila loro insoddisfazione. Inserite collegamenti solo a contenuti e prodotti davvero interessanti, facendo una selezione commerciale prima di creare la newsletter.