Chi utilizza il marketing online all’interno della propria strategia aziendale sa bene quanto sia importante l’email marketing per acquisire nuovi clienti e informare quelli già attivi. La maggior parte però delle piccole imprese non riescono a sfruttare al meglio questa tipologia di marketing ottenendo risultati che potrebbero essere di gran lunga superiori.
Uno dei motivi principali è la mancanza di focus della comunicazione: è fondamentale capire cosa i clienti trovano interessante e coinvolgente per progettare poi l’email in base a queste informazioni, utili a mettere a fuoco il messaggio.
In questo ci viene in aiuto il neuromarketing, disciplina che fonde marketing e psicologia che permette di analizzare cosa accade nel cervello delle persone in risposta ad alcuni stimoli relativi a brand, prodotti, colori, marchi etc in modo da trarre importanti conclusioni per la strategia aziendale.
Eyequant è una società che lavora in questo campo e attraverso una ricerca focalizzata sull’email marketing che ha messo in campo software di eye-tracking è arrivata ad alcune conclusioni quali:

  • È importante utilizzare gli spazi bianche per guidare l’occhio alla lettura
  • Bisogna limitare le opzioni nella comunicazione per focalizzare al meglio il messaggio che si vuole far passare
  • Le call to action devono essere evidenti ed in contrasto con il design dell’email
  • Colori ed immagini secondarie sono rilevanti

Le infografiche che seguono mostrano i risultati dell’eye-tracking per le diverse tipologie di email: pubblicitarie, trade, di prodotto, B2B e finanziarie.
I risultati sono decisamente interessanti.
neuro-email-marketing
Fonte: Smallbizdaily.com