Continua la crescita degli acquisti online in Italia, trend positivo che porta il volume di affari a 19,3 miliardi di euro.

Secondo una ricerca presentata durante il convegno dell’Osservatorio e-Commerce promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm, l’e-commerce si conferma un settore in crescita, grazie anche al sempre maggiore utilizzo di smartphone e tablet che moltiplicano i momenti di acquisto, totalizzando una crescita del 51% per un valore di 2,8 miliardi di euro.
C’è da dire però che la finalizzazione degli acquisti avviene spesso ancora da desktop: il mobile rappresenta solo il 15% del totale delle vendite online, ma ovviamente questo dato è destinato ad aumentare velocemente.
Tra i settori che segnano un incremento maggiore troviamo abbigliamento (+25%), seguito da informatica ed elettronica (+22%), editoria (+16%) e turismo (+11%).
In questo sistema il Made in Italy, trainato dal comparto food & grocery, si conferma solido e importante anche per l’e-commerce, con un incremento del 29%.
Inoltre, secondo lo studio Digital Economy and Society Index commissionato dalla Comunità Europea, gli italiani che acquistano online hanno raggiunto quota 39% nel 2015 (erano il 35% nel 2014), grazie anche ad una continua (anche se abbastanza lenta) digitalizzazione della popolazione e all’avvento sul mercato di grossi player che hanno facilitato i processi di acquisto online.