L’advertising mobile è una delle tendenze maggiormente in crescita degli ultimi mesi e sicuramente lo sarà anche per il 2017.
Una ricerca svolta da Nielsen segnala come circa l’85% di tempo speso da ognuno di noi con il proprio cellulare è utilizzando una App. Facebook Messenger è sicuramente una di quelle più utilizzate (ha ottenuto oltre 60 milioni di download nei primi 6 mesi del 2016) e negli ultimi mesi è sempre più incluso come ‘destinazione’ delle campagna pubblicitarie con call to action dirette ad inviare un messaggio direttamente a voi tramite l’app.

Questo aumenta di molto l’interazione e migliora l’engagement, in quanto consente di saltare un passaggio nel funnel di vendita, eliminando quindi il passaggio intermedio che l’utente doveva fare e che riguardava un click per richiedere maggiori informazioni.
Il risultato è quindi anche di un contatto che potrete gestire in maniera istantanea e diretta, godendo della loro attenzione e puntando su un contatto personale che sicuramente sarà apprezzato e che porta, secondo la ricerca “Demand Generation Benchmark Report” ad una probabilità di risposta da parte dell’utente ad una vostra azione di recall di oltre il 60%.
Ovviamente questo tipo di comunicazione deve portare con sé un linguaggio appropriato: pensate a testi coinvolgenti, scritti in maniera semplice e per certi versi colloquiale, portando quindi sul concetto di discussione o di “parlarne con lei”, tipico dei servizi di instant messaging.
Si tratta quindi di un’interessante opportunità: nessuna piattaforma di social media ha più potenziali contatti di Facebook (attraverso i Facebook Ads) e nessuna applicazione offre una migliore possibilità di contatto di qualità di Messenger.